Il respiro e la marea

Il respiro e la marea

                                                  
                                                      IL RESPIRO E LA MAREA

Il respiro è come la marea.

Il bambino ha gli occhi pieni di lacrime. Dolore e
sofferenza dalla madre a lui, come una marea e tutto intorno  quel mare non
fa che crescere, mentre silenzioso e quieto lui osserva e il respiro è sospeso. 

Robin Hood è fuggito nella foresta con pochi compagni. Gli
anni sono passati e vorrebbero tornare a casa, ai loro villaggi, mettere radici
e finalmente riposare. Hanno lottato a lungo, mentre ormai anziano, Robin
si chiede se tutto ciò che si poteva è stato fatto.

Con calma apre le mani e lascia andare tutto lo sforzo e
tutta la fatica.

Il respiro è la marea.

 Adesso può accettare tutto quello che ha fatto, può prendere la responsabilità
per tutto ciò che è accaduto.  Apre le mani a ciò che E', a cio' che sarà.

Il bambino può cominciare a sorridere fra le lacrime e a respirare.

Il respiro è la marea

Il tempo scorre fra loro.. in dimensioni parallele
condividono lo stesso spazio interiore.

Rosanna Camerlingo